Menu Contatti

IL BENESSERE IN AZIENDA DOPO L’EMERGENZA COVID-19

01/06/20

Se sei un imprenditore o ti occupi di Risorse umane, in queste settimane ti sei ritrovato ad affrontare una situazione imprevista che ha modificato profondamente le nostre abitudini e il nostro modo di lavorare: chi ha potuto continuare a lavorare in azienda ha dovuto affrontare nuove regole e limitazioni per poterlo fare in sicurezza, mentre chi ha adottato lo Smart-Working si è trovato a dover conciliare lavoro e famiglia in modo inaspettato e repentino.

L’emergenza sanitaria del Covid-19 ci ha cambiati e, in futuro, non potremo fingere che nulla sia successo. Nella sua drammaticità, ci ha insegnato molto e ci ricorda, oggi più che mai, l’importanza di sapersi adattare ai cambiamenti, di saper vivere con lucidità il “qui e ora” con uno sguardo ottimista verso il futuro, di sapersi riorganizzare con scopi e obiettivi nuovi.

Soprattutto, diventerà fondamentale intraprendere un percorso di leadership che metta realmente l’individuo al centro del sistema, garantendo tutti quegli aspetti associati al benessere e alla salute che diventeranno inevitabilmente una delle chiavi di successo a lungo termine.

 

PAROLA D’ORDINE: EMPATIA

 

Oggi più mai diventa essenziale saper ascoltare ed entrare in empatia con i propri collaboratori. Se fino a ieri la principale causa di stress lavoro-correlato era l’eccessivo carico di lavoro e la sensazione di “non farcela” rispetto ad aspettative e scadenze, da domani ci saranno nuovi fattori scatenanti: l’incertezza per il futuro, la paura del contagio, la preoccupazione per i propri famigliari, la difficoltà a gestire modalità di lavoro alternative e adottare un approccio al problem-solving rapido ed efficace.

L’azienda dovrà attivare dei meccanismi di ascolto e confronto, dimostrando ai propri collaboratori che sia possibile chiedere aiuto ed essere aiutati, piuttosto che giudicati.

 

SMART-WORKING: OLTRE I CONFINI DEL LAVORO “CASALINGO

Quello che molte persone hanno sperimentato durante questa emergenza è una forma forzata di lavoro casalingo che, seppur abbia permesso alle aziende di garantire una certa continuità, non è sostenibile nel lungo periodo.  Lo “Smart Working”, infatti, è molto più di un computer messo in qualche angolo della casa, bambini intorno che cercano attenzioni e web call improvvisate: manca infatti l’elemento essenziale, cioè il “lavoro agile” e la libertà di scegliere come alternarlo al lavoro tradizionale in ufficio.

La sfida del futuro per le aziende che non hanno considerato lo Smart Working fino ad ora è di introdurlo in modo programmatico, affinché produca i benefici per cui è nato: sostituire la “misurazione” del tempo con la capacità di valutare gli obiettivi e con la libertà di decidere come e dove lavorare, per migliorare la produttività del lavoro e favorire la conciliazione con la vita personale.

 

BENESSERE PSICO-FISICO SUL POSTO DI LAVORO

La fase della ripresa sarà lunga, delicata e caratterizzata da sentimenti quali frustrazione, paura, disturbi del sonno, attacchi di ansia o stati depressivi. Le aziende che riusciranno a ripartire con maggiore slancio saranno quelle in grado di adottare soluzioni per il benessere psico-fisico dei propri collaboratori anche e soprattutto sul posto di lavoro, quelle dove le persone avranno voglia di lavorare e dare il massimo per poter recuperare, almeno parzialmente, il tempo perso.

 

In altri termini, le aziende dovranno agire come una grande squadra che attira a sé i migliori giocatori. Per farlo, non saranno più sufficienti gli strumenti tradizionali di Welfare aziendale, ma a fare la differenza saranno le soluzioni innovative di benessere messe a disposizione sul posto di lavoro: queste, di conseguenze, aumenteranno la capacità dell’azienda di attirare nuovi talenti e mantenere alto il committment dei collaboratori esistenti.

 

FLOAT THERAPY: LA NUOVA FRONTIERA DEL BENESSERE

Hai mai pensato di poter scegliere per la tua azienda la “Float Therapy? Il galleggiamento asciutto è la nuova frontiera del benessere sul posto di lavoro, che riduce lo stress e impatta positivamente sulle performance ad ogni livello, inserendosi in un percorso di gestione delle risorse umane orientata alla Work Life Balance.

I benefici del galleggiamento sono ormai una questione indiscussa e scientificamente provata; se a questo aggiungiamo la possibilità di farlo senza bagnarsi o spogliarsi, con risultati psicofisici dopo soli 10 minuti, e con la possibilità di esercitare in modo efficace programmi di Mindfulness per il potenziamento cognitivo, il gioco è fatto!

 

ZEROBODY: UNA SCELTA OGGI PER LA RIPRESA DI DOMANI

Lo stress, la malattia del terzo millennio, è una malattia dalla quale nessuno è immune e, oggi più che mai, abbiamo tutti compreso la necessità di adottare tutti quegli accorgimenti necessari alla salvaguardia del nostro benessere fisico, del nostro sistema immunitario e della nostra attitudine mentale alla consapevolezza.

Sono tempi difficili per tutti e sappiamo che, probabilmente, anche la tua azienda ha dovuto rivedere il piano di investimenti che si era prefissa di realizzare. Il benessere psico-fisico dei tuoi collaboratori, però, non è una scelta che si possa più posticipare.

 

Se vuoi conoscere oggi Zerobody per poter decidere di sceglierlo come alleato nel momento della ripresa, scrivici a info@zerobody.com.